Consigli per una Bibliografia Funeraria… 2

di Manuela Vetrano, 26 gennaio 2016, Oltre Torino

Mi avete mandato altre preziosissime segnalazioni per la nostra bibliografia funeraria condivisa, perciò eccovi l’aggiornamento dell’elenco!
(NB: non ho segnato l’edizione dei titoli pubblicati da più case editrici)

romanzi-funerari-4

Emily Brontë, Cime Tempestose, 1847. La storia senza tempo di Catherine e Heathcliff e del loro amore capace di andare oltre la morte. Segnalato da Carlo.
Joanne Harris, Il fante di cuori e la dama di picche, 2007, Ed. Garzanti. La vendetta di Effie e Fanny colpirà il pittore senza scrupoli Henry Chester… tra laudano, spiritismo e atmosfere preraffaellite. Segnalato da Cristina.
Claude Izner, La donna del Père-Lachaise, 2007. Segnalato da Patrizia: “ Un giallo parigino con screziature di fascinazione per lo spiritismo Belle Époque”.
Tracy Chevalier, Quando cadono gli angeli, 2009, Ed. Neri Pozza. Segnalato da Patrizia: “Le vicende di due famiglie inglesi si dipanano a partire e attorno a un cimitero”.
Neil Gaiman, Il figlio del cimitero, 2010, Ed. Mondadori. Un romanzo per ragazzi che narra la storia di Nobody Owens, un orfano cresciuto in un cimitero e allevato da spiriti e creature soprannaturali. Segnalato da Andrea.

romanzi-funerari-5

Care Santos, La morte di Venere, 2010, Ed. Vertigo. Segnalato da Luciana: “Una ragazza eredita un vecchio casale dove in epoca romana è stato commesso un atroce delitto riguardante una giovane, la quale inizia a manifestarsi per chiedere vendetta”.
Rebecca Johns, La contessa nera, 2011, Ed. Garzanti. Segnalato da Luciana: “Ungheria, 1611. Troviamo subito la contessa Erzsébet Báthory che, murata viva in una stanza in attesa della morte, ricorda la sua vita e svela la sua parte più oscura, la sua anima nera”.
Edgar Allan Poe, Annabel Lee, 1849. Una struggente poesia sull’amore eterno, capace di sconfiggere anche la morte. Segnalato da Carlo.
Prosper Mérimée, La Venere d’Ille, 1837. Segnalato da Luciana: “Un futuro sposo sprovveduto infila l’anello destinato alla fidanzata al dito di una statua che si trova in un giardino. La statua si sente così in diritto di sentirsi sposata con il giovane, con tutte le conseguenze nefaste che seguiranno. Questo racconto ha ispirato il film d’animazione “La sposa cadavere” (Tim Burton, 2005). Da vedere!”
Seumas O’Kelly, La tomba del tessitore, 2011, Ed. Quodlibet. Un racconto ambientato in un antico cimitero irlandese, alla ricerca di una tomba di cui si è persa memoria. Segnalato dal blog Cimiteri Palermo.

testi-funerari-2

Boris Akunin, Le città senza tempo, 2006, Ed. Frassinelli. Un viaggio nei cimiteri di Donskoe, Highgate, Père-Lachaise, Yokohama, Green-Wood e Gerusalemme, per scoprire il Mistero del Tempo Passato. Segnalato da Barbara.
Anna Tozzi di Marco ci segnala i suoi studi sulla necropoli del Cairo: Il giardino di Allah e Egitto Inedito (2008 e 2010, Ed. Ananke), e lo studio sul sarcofago Parvis conservato al Monumentale di Torino (del quale vi avevo raccontato nel post del 3/12/2015), 2015, Ed. Kemet.
Tony segnala un lungo elenco di testi specialistici riguardanti i cimiteri e l’arte funeraria che potete trovare nel gruppo: Apoyamos la Ruta Europea de Cementerios.

Volete segnalare il vostro libro funerario del cuore, per incrementare questo elenco? Lasciate qui un commento o scrivete sulla pagina Facebook!

L’immagine di copertina è tratta dal sito: www.virgilyo.com
Testi  © Manuela Vetrano. Se desiderate utilizzare questo materiale scrivete a: info@lacivettaditorino.it

Approfondimenti
Leggi anche la prima parte dell’elenco: Consigli per una Bibliografia Funeraria…

I contenuti di questo articolo sono rilasciati sotto Licenza Creative Commons Attribuzione 3.0 Italia.

2
  • Giampaolo

    Carissima,

    suggerisco anche un testo sul vecchio cimitero romantico di Viggiù (Varese): Francesca Nicodemi, “Il Cimitero Vecchio di Viggiù : una testimonianza intatta di arte sepolcrale dell’Ottocento lombardo”, Varese, Liceo artistico A. Frattini, 2005.
    Purtroppo è abbandonato e in cattivo stato…

    Una raccolta di epitaffi: Fabio Soldini, “Le parole di pietra: indagine sugli epitaffi cimiteriali otto-novecenteschi del Mendrisiotto”, Friburgo, 1990 (il Mendrisiotto è in Svizzera, a sud di Lugano).

    E per finire in piccolo cimitero monumentale, recentemente restaurato a Balerna (in Svizzera, subito dopo Chiasso): Nicoletta Osanna Cavallini, “Il cimitero monumentale di Balerna”, Balerna/Bellinzona, 2009.

    Spero possano esserti utili per la tua interessante e ben nutrita bibliografia.

    Un caro saluto, Giampaolo

    • Manuela Vetrano

      Ho sentito parlare del cimitero di Viggiù!
      Grazie mille per questi titoli!

aggiungi un commento...

inserisci il numero mancante:

seguimi

Get every new post delivered to your Inbox

Join other followers

Powered By WPFruits.com