Visite monumentale

Visitare un cimitero? E perché mai? Sono in molti a porsi queste domande. Quando dico che amo passeggiare per i viali del cimitero soffermandomi a leggere un’antica epigrafe o ad osservare una fotografia in bianco e nero, una delle reazioni più frequenti tra i miei interlocutori è lo strabuzzamento degli occhi e mi sembra di leggere nella loro mente, mentre pensano “ma non ha di meglio da fare?”.

Spesso il cimitero è sentito come un luogo negativo, che si tende ad allontanare perché mette in contatto con il pensiero della morte e con il sentimento del dolore. Eppure il cimitero è un luogo estremamente comunicativo, attraverso il quale si possono scoprire tante cose. Scrigno di tesori storico-artistici, custodisce memorie collettive ed individuali di grande importanza, che è necessario tramandare alle generazioni future.

L’itinerario di visita che ho ideato ti farà conoscere la storia del Cimitero Monumentale di Torino, entrato in attività nel 1829. Attraverso la visita dei settori storici, scoprirai le curiosità, dal sarcofago egizio alla “tomba dij rat”, e le tombe dei personaggi più famosi, da Silvio Pellico a Fred Buscaglione.

Un percorso dedicato a chi non conosce ancora le meraviglie del cimitero più importante di Torino, un vero e proprio “museo a cielo aperto”.

Durata della visita: circa 3 ore

Non sei ancora convinta/o? Allora leggi questi articoli:
Monumentale di Torino: un museo a cielo aperto
Perché visitare un cimitero?